Scopri Piancastagnaio è il portale di promozione turistica curato dalla Proloco di Piancastagnaio. Visita il sito-web o seguici su Facebook e Instagram per scoprire il nostro amato paese e rimanere sempre aggiornato sugli eventi.

Gli ultimi articoli
Top

Scopri Piancastagnaio

La Madonna delle Grazie

Fino al 1578 era chiamata la Madonna del Tribbio o Trivio ed era forse un antico tabernacolo in seguito ampliato, posto all’incrocio di tra strade: una che veniva dalla porta di Borgo, una che usciva dalla porta di Fontanella, ed una terza che andava verso le fonti di Voltaia e San Martino.
La facciata a capanna presenta due lesene di trachite ai lati del portale con architrave piatto sormontato a tutto sesto, decorazione apposta nel 1896 nel corso dei lavori di ristrutturazione; sotto il culmine del tetto un piccolo rosone; ai lati delle lesene semplici finestrelle rettangolari.
La pianta è quadrata, divisa in due piccole campate da un arco trasversale. Sugli altari laterali due grandi tele seicentesche rappresentanti una “Il Battesimo di Cristo” di Giovanni Bulgherini di Piano, l’altra con “L’immacolata concezione e santi” di Francesco Corsini a cui fu commissionata nel 1622.
La piccola abside, di forma rettangolare, ha volta a botte ed è quasi completamente ricoperta di affreschi che vennero alla luce nel 1936 con la demolizione dell’altare maggiore e furono restaurati nel 1977. Questo piccolo ciclo decorativo è di grande interesse sia per valore artistico intrinseco, sia per la fortuna critica che ha accompagnato. Considerato di influenza senese, recenti studi, con una più attenta lettura stilistica, hanno collocato gli affreschi nell’area artistica dell’Umbria quattrocentesca. Del resto, lo spoglio dei debitori del Comune nell’anno 1468 recita “Maestro Giovanni di Pietro da Orvieto dipintore della cappella del Tribio deve avere lire cento per sua fatica”.
Sulla parete a fronte è raffigurata la Madonna racchiusa entro un trono a mandorla intarsiato e sorretto da una gloria di angeli. In basso a destra i santi Pietro e Bartolomeo e a sinistra San Michele Arcangelo e un altro santo ora scomparso. Sulla volta il Redentore circondato dai quattro evangelisti con i solo simboli. Sulle pareti laterali il martirio di San Sebastiano a sinistra, una Santa Incoronata e una Madonna con Bambino a destra.

Post a Comment

You don't have permission to register