Scopri Piancastagnaio è il portale di promozione turistica curato dalla Proloco di Piancastagnaio. Visita il sito-web o seguici su Facebook e Instagram per scoprire il nostro amato paese e rimanere sempre aggiornato sugli eventi.

Gli ultimi articoli
Top
Image Alt

IL PALIO

L'appassionante corsa di cavalli per la conquista del drappo

Lo storico senese Giovanni Antonio Pecci nel 1700 racconta: “Negli anni 1646 vi erano nel Borgo fuochi 1411 e anime 571; nello Stretto fuochi 40 e anime 173; in Voltaia fuochi 116 e anime 470; nel Castello fuochi 93 e anime 229; e così in tutto fuochi 390 e anime 1443”.

Sono ancora oggi queste le quattro contrade, con l’unica eccezione delle “Stretto” oggi chiamato Coro, che ogni anno il 18 Agosto danno vita alla corsa del Palio delle Contrade di Piancastagnaio.

Le contrade si contendono il “cencio”, così viene chiamato il drappo dipinto che viene dato in premio alla vincente.

La corsa si svolge allo stadio comunale ed i fantini corrono sui cavalli senza sella, o come si dice in gergo “a pelo”.

I festeggiamenti sono tenuti in onore della Madonna di San Pietro; fu infatti nel 1948 che un frate carmelitano, P. Carlo Frattini, avanzò la proposta di istituire la festa della Madonna di San Pietro il 18 Agosto, giorno anniversario della consacrazione della chiesa.

A partire dal 1954 ebbe inizio l’attuale palio pianese per interrompersi poi nel 1962. La festa ha poi ripreso forza nel 1979, anno in cui sono stati definiti i confini territoriali e varato un regolamento al quale tutte le contrade si devono attenere.

Il borgo di Piancastagnaio è suddiviso in quattro contrade storiche:

Borgo

Colori giallo-blu, stemma “cavallo saliente-rampante voltato a sinistra”

Castello

Colori rosso-verde, stemma “castello a due torri di cui il mastio a destra”

Coro

colori rosso-nero, stemma “aquila ad ali aperte e testa voltata a destra”

Voltaia

colori bianco-nero, stemma “quercia sotto ad una porta ad arco”

Il Palio oltre la corsa dei cavalli…

Asta e Bacchetta

Ogni anno il 12 di agosto il Rettore del Magistrato delle Contrade, nella Piazza della Rocca, presenta al popolo gli Statuti elaborati dal Consiglio Maggiore nel 1416 giura di applicarli, rispettarli e farli rispettare. I tamburini e gli sbandieratori delle Contrade gli rendono omaggio con una gara in cui i più bravi conquistano il premio “Asta e Bacchetta”.

Il corteo storico

Il corteo storico si svolge in due momenti principali durante le feste “paliesche”: i giorni precedenti in onore della Madonna di San Pietro, e poco prima della corsa.

Le quattro contrade pongono una minuziosa cura dei dettagli, sia nel portamento che negli abiti, per far sì che il corteo storico riporti in vita nel migliore dei modi il glorioso passato medievale di Piancastagnaio

Per saperne di più visita il sito del Magistrato delle Contrade di Piancastagnaio

You don't have permission to register